La manifestazione si inserisce all’interno dei festeggiamenti per San Nicola, fissati nei giorni tra il 7 e il 9 agosto. Gli eventi iniziano nel pomeriggio del 7 agosto, davanti alla Chiesa di San Nicola: è qui che il parroco procede alla benedizione dei cavalieri. Subito dopo si svolge il sorteggio e l’abbinamento di contrade, cavalieri e cavalli per il palio del giorno seguente. La sera, dalle 21:00, si svolgono i giochi medievali tra i giovani rappresentanti delle contrade: si tratta di giochi individuali o di giochi di squadra, quali ad esempio il tiro alla fune, la corsa con i sacchi, la camminata sui mattoni, il taglio del tronco, la corsa con l’uovo.

La tipologia dei giochi può variare di anno in anno. Nel pomeriggio dell’8 agosto, intorno alle 16, si avvia il corteo medievale: il signore dalla città col suo seguito attende presso le mura, in località Porta da Capo i nobili delle sei contrade cittadine: Borgo, Calvario, Fontenuova, Macchie, Morgette, Santa Margherita. Per ogni gruppo si rispetta un medesimo ordine di sfilata: vessillo, ancelle, dame, nobili, nutrice, fanciulli nobili, vescovo (o autorità religiose) e monaci, precettore, paggi, signori della contrada, ufficiale. Seguono gli ospiti, gli sbandieratori, i musici e il popolo. Il corteo attraversa il centro storico e si chiude in Porta da Piedi (Viale Margherita) dove le autorità si dispongono su un palco da cui assisteranno alla giostra degli anelli. Prima dell’inizio della gara i cavalieri salutano i nobili delle contrade e il signore del borgo.

I cavalieri, uno per contrada, partecipano alla gara in costume storico, portando al braccio un fazzoletto con i colori della contrada: La giostra agli anelli è una competizione in cui i cavalieri al galoppo, con un’asta di due metri, devono centrare degli anelli di ferro di misura via via decrescente. Gli anelli sono appesi al braccio destro di un fantoccio posto lungo il percorso, detto il Moro (che rappresenta un guerriero saraceno), alto circa tre metri. Vince il cavaliere che infila il maggior numero di anelli; la gara si svolge in tre tornate: a parità di anelli centrati si procede a spareggio. La pista, realizzata sul Viale Margherita, misura 120 metri di lunghezza per 4 di larghezza; è delimitata da una staccionata in ferro. Il pubblico è separato dalla pista tramite una zona di sicurezza larga circa un metro, delimitata da transenne.

Alla fine della gara ha luogo la premiazione, in cui il palio viene consegnato alla contrada vincitrice. Subito dopo il corteo si sposta sul sagrato della Chiesa di San Nicola, dove il drappo del palio viene consegnato alle autorità della chiesa perché lo tengano in custodia. La serata si conclude con spettacoli di sbandieratori, musici e giocolieri, e con la degustazione di prodotti tipici.

da https://rievocazionistoriche.cultura.gov.it/places/italy/molise/guglionesi/palio-di-san-nicola-e-giostra-degli-anelli/#protagonisti

Organizzatore Associazione Onlus San Nicola – Guglionesi
Patrocinio del Comune di Guglionesi